A proposito..

elisa rossi

Ape operaia.
Mi sento così.
Come chi deve nutrire, difendere e conservare la propria creatività.
Come un’ape operaia mi sono mossa
in cerca di parole, gesti, suoni e nuovi significati da affidare alle mie nuove canzoni.
Senza sosta.
Senza pace.
Perché fermarsi è un pensiero che mina la mia libertà.
Passano i mesi.
Quando è uscito ECO?
Non lo ricordo.
Sono già lontana.
Ma poi, se ci penso, nemmeno troppo.
Mesi.
Di lavoro.
Senza sosta.
e poi mi ritrovo ad essere sempre in ritardo.
Riprendo fiato e vi racconto chi è stato al mio fianco.
Nella musica.
Nella vita.
Nelle nuove creazioni.
Ma non subito.
C’è ancora un po’ di tempo.
Poco, ma è quello necessario per ricordarvi chi sono.

News